British Knights DEMON, LowTop Sneaker uomo Rosa Fuchsia/Turquoise 03

B00Q42GR4Q

British Knights DEMON, Low-Top Sneaker uomo Rosa (Fuchsia/Turquoise 03)

British Knights DEMON, Low-Top Sneaker uomo Rosa (Fuchsia/Turquoise 03)
  • Materiale esterno: Sintetico
  • Fodera: Senza fodera
  • Materiale suola: Gomma
  • Chiusura: Stringata
  • Tipo di tacco: Senza tacco
  • Composizione materiale: Textil
British Knights DEMON, Low-Top Sneaker uomo Rosa (Fuchsia/Turquoise 03) British Knights DEMON, Low-Top Sneaker uomo Rosa (Fuchsia/Turquoise 03) British Knights DEMON, Low-Top Sneaker uomo Rosa (Fuchsia/Turquoise 03) British Knights DEMON, Low-Top Sneaker uomo Rosa (Fuchsia/Turquoise 03) British Knights DEMON, Low-Top Sneaker uomo Rosa (Fuchsia/Turquoise 03)
Verben Condividi
Verben
0 Comments

Oggi vi vogliamo parlare di come i grandi artisti utilizzano Youtube e come fanno ad aumentare massivamente e drasticamente le proprie visite sul piu famoso sito di video al mondo usando 3 trucchi, consigli e linee guida che in molto conoscono ma che in pochi applicano al proprio canale.

Quello che leggerete non è un articolo informativo ma piu che altro una traccia da seguire per emulare molti cantanti, diciamo che si tratta di un  articolo post-it  utilissimo per voi per ricordarsi di tutti quegli elementi da tenere in considerazione ogni volta che si vuole  aumentare le visualizzazioni e le iscrizioni ad un canale YouTube.

Prima di tutto ricordatevi che il problema non è il semplice realizzare un video musicale bellino, breve, in hd e divertente per far si che si raggiunga un certo numero di visualizzazioni. Se rispondono a determinate caratteristiche, anche i video un po’ più lunghi e magari noiosi per qualcuno vanno benissimo per chi cerca informazioni su un determinato argomento, ma l'importante è   creare engagement  con l’utente o il consumatore finale.

Se vendo rasaerba sarebbe interessante realizzare un video dove mostro come taglia l’erba l’ultimo modello tecnologico in vendita nel mio negozio. Mi interessa che quel video venga quindi visualizzato dagli appassionati di giardinaggio o da giardinieri alla ricerca di strumenti che rendano il lavoro più facile da svolgere ma se vendo musica mi interessa che sia il grande pubblico a seguire il mio canale ed ascoltare i miei brani.

Ecco perchè dicevo che non è il semplice “ realizzare video ”, bisogna raggiungere un obiettivo tramite quel video, che può essere l’aumento della  brand awareness , il fornire  tutorial  specifici oppure diventare  seguiti e popolari come cantanti.

Ho quindi raccolto tre  punti importanti  da tenere in considerazione per qualsiasi canale YouTube:

1. Fornisci tutte le informazioni necessarie e stimola la curiosità..

La  Home page  è il biglietto da visita del canale, deve quindi essere ben curata dalla copertina alle informazioni sull’attività e i link di contatto. In particolare, scegliete una immagine di copertina adeguata che presenti in modo chiaro cosa fate e chi siete, deve essere un vero e proprio spot pubblicitario. Un buon esempio può essere quella di  Vasco Rossi. 

Nella sezione informazioni potete scegliere quali link inserire e il consiglio è di inserire quelli che portano alle pagine del sito più strategiche. Nel caso della Apple per esempio, il fatto di non inserire alcun link potrebbe essere un’occasione sprecata! Certo, per loro non lo è più di tanto, ma è solo per farvi capire cosa voi NON dovete fare.

Sono stati accolti gli appelli del ministero dei Beni culturali contro le due sentenze del Tar del Lazio che avevano dato ragione al Campidoglio. Esulta Franceschini: «Fatta davvero giustizia»

di Redazione Online
Una foto del Colosseo (Ansa)
shadow
2
Adidas Duramo 7, Sneakers da donna Azul / Negro

Il Consiglio di Stato dà il via libera al parco archeologico del Colosseo e dice sì anche alla nomina anche di direttori stranieri del parco stesso. La Sesta sezione del Consiglio di Stato, con due sentenze pubblicate lunedì, ha accolto gli appelli del ministero dei Beni culturali contro le due sentenze del Tar Lazio che avevano accolto i ricorsi di Roma Capitale in relazione all’istituzione del Parco archeologico del Colosseo e alla nomina con selezione pubblica internazionale del suo direttore.

Le sentenze
  • Matrimonio Ravenna
  • Matrimonio Reggio Emilia
  • MissSaSa Donna Sandali col Tacco Alto Lustrino Affascinante blue mix
  • Nelle sentenze depositate il Consiglio di Stato si pronuncia su tre questioni: quella del necessario coinvolgimento di Roma Capitale nel processo decisionale; quella della fonte istitutiva; quella in merito al conferimento dell’incarico di direzione del Parco archeologico del Colosseo anche a cittadini non italiani. La prima riguarda la necessità di coinvolgere, per assicurare il principio di leale collaborazione, Roma Capitale nella fase di istituzione del Parco archeologico. I giudici di Palazzo Spada hanno ritenuto che sia necessario distinguere la fase di organizzazione amministrativa da quella di esercizio delle funzioni di valorizzazione del patrimonio culturale. La prima fase, che viene in rilievo con la istituzione del Parco - poiché riguarda la creazione di uffici dirigenziali statali - rientra nell’esclusiva competenza legislativa dello Stato e amministrativa del dicastero. L’esigenza di assicurare il principio di leale collaborazione viene in rilievo nella seconda fase che è quella della gestione dei beni. La seconda questione affrontata dal Consiglio di Stato è relativa alla natura della fonte istitutiva del Parco. I giudici d’appello hanno ritenuto che la legge speciale di disciplina della materia autorizzasse il ministero ad adottare un decreto non regolamentare. La terza questione esaminata ha riguardato la possibilità che incarichi, nello specifico quello di direttore del Parco archeologico, possano essere attribuiti anche a cittadini non italiani. Secondo i giudici di Palazzo Spada, il diritto europeo e la giurisprudenza della Corte di Giustizia ammettono che sia consentita una riserva di posti a soli cittadini italiani, con deroga al principio generale di libera circolazione dei cittadini europei, ma questa riserva è possibile soltanto in relazione a posti che implicano l’esercizio, diretto o indiretto, di funzioni pubbliche, quali sono, in particolare, quelle nei settori delle «forze armate, polizia e altre forze dell’ordine pubblico, magistratura, amministrazione fiscale e diplomazia». Nel caso in esame, il Consiglio di Stato ha ritenuto che il direttore del Parco non è chiamato a svolgere tali funzioni, in quanto il bando di gara gli attribuisce compiti che attengono essenzialmente alla gestione economica e tecnica del Parco. E quindi si è ritenuta legittima - da parte del Consiglio di Stato - la previsione di una selezione pubblica internazionale.

    Contro gli incendi più prevenzione al Parco della Biodiversità

    Nuove azioni di contrasto messe in campo dall'amministrazione provinciale dopo l'ultimo episodio. Il presidente Bruno: «Stiamo facendo di più rispetto alle condizioni in cui siamo» Lunedì, 24 Luglio 2017 16:27 Pubblicato in  Cronaca
    Reiseführer L'incendio al Parco della Biodiversità

    CATANZARO  L'amministrazione provinciale di Catanzaro metterà in campo una serie di misure di prevenzione per scongiurare altri incendi come quelli che martedì scorso hanno interessato la zona est della città, mettendo a repentaglio il Parco della Biodiversità Mediterranea e il Parco ippico "Valle dei Mulini". Da mercoledì 26 luglio saranno intensificati i controlli nei 66 ettari di polmone verde nel cuore del capoluogo anche con l'utilizzo di mezzi meccanici da parte del personale del Parco e degli addetti al servizio di vigilanza coadiuvati dalle Guardie particolari giurate del Wwf Italia, gruppo di Catanzaro e con l'ausilio delle forze dell'ordine, per come stabilità nel corso della riunione del Comitato per l'ordine pubblico e la sicurezza svoltosi in Prefettura venerdì 21 luglio. I particolari della disposizione interna sono stati illustrati dal presidente della Provincia Enzo Bruno, affiancato dal direttore del Parco Rosetta Alberto, il vicepresidente Marziale Battaglia, il consigliere provinciale delegato alla viabilità Ciccio Severino, il consigliere provinciale delegato alla Pubblica istruzione Aquila Villella, il presidente del Comitato regionale Fise Roberto Cardona e l'ingegnere Antonio Leone del settore Patrimonio guidato dal dirigente Pantaleone Narciso. Bruno, è scritto in una nota, ha voluto, ancora una volta, ringraziare quanti si sono adoperati per scongiurare che il Parco della Biodiversità venisse divorato dalle fiamme, a partire dal prefetto Luisa Latella, che ha avuto un ruolo fondamentale nella gestione dell'emergenza di martedì scorso poiché si è adoperata per attivare in tempi record gli interventi aerei, raccogliendo l'appello del presidente Bruno e recandosi sul posto, e quindi convocando il Comitato in cui è stato definito in maniera sinergia il percorso di misure preventive da attivare affinché si il patrimonio ambientale, naturalistico e culturale che rappresenta l'orgoglio e il fiore all'occhiello dell'amministrazione non venga preso di mira da facinorosi. Per consentire la massima vigilanza, prosegue la nota, "risulta indispensabile precludere il transito pedonale all'intera zona denominata 'Valle dei Mulini', incluso il percorso benessere all'interno del Parco della Biodiversità dalle ore 22 alle ore 7 nel periodo 26 luglio-31 agosto 2017. I trasgressori saranno denunciati. «Alle condizioni date - ha sostenuto Bruno - stiamo facendo davvero l'impossibile, e anche di più. Voglio ricordare che tutte le Province d'Italia, e quindi anche quelle calabresi, non hanno potuto approvare il bilancio di previsione a causa dei continui tagli erariali che hanno sempre di più assottigliato le risorse a disposizione per effettuare quelle che sono le quattro funzioni fondamentali attribuite dalla legge di riforma Delrio: viabilità, edilizia scolastica, ambiente e trasporti. A distanza di tre anni la Regione Calabria non ha ancora legiferato in materia di funzioni residuali, tra cui rientra la gestione dei Parchi, della rete museale e delle strutture sportive, per come previsto dalla Delrio, lasciando il carico e la responsabilità del funzionamento alle Province che, con l'acqua alla gola e già in condizioni di pre-dissesto o di dissesto dichiarato, non hanno più condizioni le economiche per garantire servizi e funzioni di primaria importanza per i cittadini calabresi. Per la gestione delle funzioni residuali, compreso il Parco della Biodiversità, la Provincia di Catanzaro attende dalla Regione il trasferimento di circa sei milioni di euro». «Con notevoli sforzi - ha concluso Bruno - stiamo garantendo anche il taglio erba lungo le arterie provinciali in particolare quelle che collegano mete turistiche e località di vacanza. Ma la situazione è davvero difficile: solo la passione e l'impegno che svolgiamo assolutamente da missionari ci permette di andare avanti. Per questo rivolgo un accorato appello ai cittadini: aiutateci a vigilare sul Parco della Biodiversità, chiediamo un supplemento di sensibilità per preservare questo gioiello». In seguito alla valutazione dei danni dell'incendio di martedì scorso, la Fise e l'amministrazione provinciale di Catanzaro hanno deciso di posticipare di un mese lo svolgimento del concorso ippico che avrebbe dovuto svolgersi al Parco Ippico la Valle dei Mulini dal 4 al 6 agosto prossimi.