Tamaris 112360526932, Scarpe stringate donna Multicolore Buntsonstige

B01D8ZC4TS

Tamaris 1-1-23605-26-932, Scarpe stringate donna Multicolore (Bunt-sonstige)

Tamaris 1-1-23605-26-932, Scarpe stringate donna Multicolore (Bunt-sonstige)
Tamaris 1-1-23605-26-932, Scarpe stringate donna Multicolore (Bunt-sonstige) Tamaris 1-1-23605-26-932, Scarpe stringate donna Multicolore (Bunt-sonstige)

Ecco perché avere un numero stratosferico di fan non in target non ti porterà a niente, né in termini di engagement né in termini di business.

Detto questo, ti suggeriamo alcune  strategie per incrementare il numero dei tuoi fan  in modo semplice e, soprattutto…business-oriented!

1. Invita i tuoi amici…in target!

  • Firenze
  • Prato Pistoia
  • Sappiamo che la tentazione di invitare “in massa” tutti i propri amici a connettersi con la propria Pagina è tanta, ma, come dicevamo prima, non è premiante in ottica di business.

    Puoi certamente invitare anche i tuoi amici, selezionando però quelli che corrispondono per  caratteristiche demografiche e interessi  ai tuoi target di riferimento!

    Per capire meglio chi potrebbe essere interessato a ciò che offri, aiutati con la  Graph Search  (al momento disponibile solo in Inglese).

    2. Invita i tuoi clienti con una e-mail dedicata!

    I tuoi clienti dovrebbero essere i primi a voler stabilire una connessione on-line con la tua azienda.

    Se disponi di un database di indirizzi e-mail  crea un’e-mail dedicata in cui li inviti a seguirti su Facebook , magari facendo leva su un  benefit pensato proprio per i fan della tua Pagina  (anteprime, sconti riservati…) che dia loro un motivo in più per volerti seguire.

    Avrai notato che  puoi anche inviare una e-mail automatica  e creata da Facebook a una lista di indirizzi attraverso il tasto “Espandi pubblico”, ma ti consigliamo comunque di preferire una e-mail personalizzata.

    3. Interagisci con Pagine di prodotti/servizi che interessano ai tuoi target!

    Come sai, non puoi andare a coinvolgere direttamente i fan nei loro Profili Personali, ma  puoi farti conoscere anche tramite Pagine che sai che loro seguono , incrementando così la visibilità della tua azienda.

    Ciò non significa andare a “rompere le scatole” alle Pagine dei tuoi concorrenti (ti segnalerebbero!), quanto  selezionare un numero di Pagine  che riscuotono l’interesse delle persone che vuoi raggiungere ed interagire con i post che vengono pubblicati.

    Se hai una struttura ricettiva puoi commentare, mettere mi piace e condividere i post delle Pagine che rappresentano la tua destinazione, se sei un freelance puoi “farti sentire” nelle Pagine delle testate di settore e mostrare la tua competenza in materia:

    questi sono solo alcuni esempi di come interagire su Facebook anche  al di fuori del “territorio” delimitato dalla tua Pagina.

    #Gliscotips:  uno degli ultimi aggiornamenti dell’algoritmo di Facebook tende a dare maggiore portata ai post dove viene taggata un’altra Pagina, utilizza anche questo accorgimento!

    4. Inserisci un rimando visibile alla tua Pagina sul sito web!

    Il tuo sito web deve essere lo spazio primario in cui viene raccontata la propensione “social” della tua azienda: è importante quindi  inserire rimandi visibili alla tua Pagina Facebook  (non una mini-icona 25 px nascosta nei meandri del footer) , utilizzando gli strumenti che lo stesso Social Network ti mette a disposizione come  il like box .

    Usa anche le icone social in  header  e  footer  e non dimenticarti di  menzionare il valore aggiunto del connettersi con la tua azienda  se previsto (es: sconti speciali, anteprime, offerte riservate =  “Diventa nostro fan per usufruire di sconti speciali!” ).

    Ovviamente  coordina tutto il materiale digitale in ottica  social , comprese firme e-mail, brochure digitali, e-book, whitepaper e così via.

    5. Rimanda da off-line a on-line…e viceversa!

    Ovviamente  anche nel tuo  negozio/azienda devi saper comunicare la tua presenza su Facebook , tramite adesivi, vetrofanie, QR-code, materiale promozionale coordinato e…non solo:

    se offri la wi-fi free ai tuoi clienti ci sono servizi fantastici come  Bluemoz  che subordinano l’accesso a Internet ad un semplice “Mi piace” sulla tua Pagina Facebook: in pratica  le persone potranno connettersi alla Rete solo dopo essere diventati fan della tua Pagina  e chi è più in target di un cliente della tua struttura? 

    Quindi , nel corso degli anni, il discredito maggiore riguardo l’esistenza o meno di   alieni  e dischi volanti,o come dir si voglia debunking, non è stato dovuto solo alle organizzazioni politico-segrete delle varie nazioni, o agli studiosi dogmatici, bensì a errate interpretazioni, manipolazioni di fatti ed invenzioni di sana pianta, tutti  elementi  screditativi forniti proprio da chi dovrebbe operare per verificare la veridicità di tale problematica: l’ufologia.

    Così contattisti surreali come  Adamsky , probabili falsi filmati di autopsie aliene come quelli di Santilli, speculazioni letterarie come quelle di Von Daniken ed altri casi simili, invece di portare le  prove  dell’esistenza di  Talloni delle donne Primavera Autunno Comfort in similpelle per ufficio e del partito Carriera abito da sera tacco a spillo Nero Bianco Borgogna Burgundy
     aliena, hanno inverosimilmente contribuito a gettare più di un ombra di discredito su tale tematica.In un lasso di  tempo  relativamente breve, l’ufologia e la paleoastronautica,  così come erano repentinamente nate, altrettanto repentinamente rischiavano di morire. Il  progetto  Robertson stava avendo un successo insperato e un alleato insospettato:

    Lo  studio Swg-Legacoop  ritrae una gioventù che cerca nuove strade. Ai settori consolidati come la finanza o la tecnologia i giovani preferiscono la riscoperta di vecchie attività date fino a qualche anno fa per moribonde. Dai giochi da tavola all’agricoltura. E lo fanno a ragion veduta.

    C’è chi, come  Camilla Novelli  e i suoi soci della cooperativa Boschi Vivi, sta introducendo in Liguria la pratica già diffusa oltreoceano dei  “green burials ”, la sepoltura delle ceneri nei boschi, chi si dedica alla divulgazione scientifica e alla tutela del mare, come la cooperativa Ziguele , e chi, è il caso di Alberto Airenti, coltiva uno zafferano di qualità che dalla Valbisagno viene esportato a Parigi.

    Con il suo avvocato, Rachel, che avrebbe dovuto guadagnare circa 4500 euro per il suo lavoro al salone dell’auto e che dice non avere percepito nessun compenso, ha intrapreso  un’azione legale contro la casa automobilistica , come ha raccontato al  New York Post  e ai media americani. L’accusa mossa alla Hyundai è quella di averla  licenziata «perché aveva il ciclo mestruale» : Rachel ha sporto denuncia all’agenzia federale che si occupa delle pari opportunità (Equal Employment Opportunity Commission), a Manhattan.

    La sua responsabile, Erika Seifred, che ha deciso di rimandarla a casa, non ha commentato le accuse. Invece un rappresentante della casa automobilistica, che non ha ancora ricevuto conferma della segnalazione della modella, ha spiegato: « Prendiamo seriamente ogni denuncia di questo tipo , ci esprimeremo una volta che avremo approfondito quanto avvenuto».